Un giorno di festa

Dalla Comunità Alloggio Psichiatrica Azzurro Sole di Bagno di Piano (BO), qualche commento di festa, arricchito anche dalla Compagnia dell’OPG di Reggio Emilia.

Un’encomio a tutti quelli che hanno partecipato alla festa del 21 maggio nella comunità “Azzurro Sole”! Giorno di festa, i nostri ragazzi sono stati splendidi, attenti e molto curiosi a conferma dell’ipotesi che queste manifestazioni aiutano molto loro a vedere il fuori e ai visitatori a vederci. Gli operatori tutti sono stati molto discreti e professionali (esserci è partecipare senza invadere la loro festa). Devo dire che in particolare quando c’è stata la lettura dell’O.p.g. parecchi dei nostri pazienti sono stati molto attenti. Continuare a fare questo tipo di apertura al territorio aiuta il territorio, aiuta noi e i nostri ragazzi. – Albano Ernesto, infermiere professionale della comunità Azzurro Sole dal 2010, lavora in psichiatria dal 1973.

E’ stata una festa bellissima in cui ci si è divertiti molto con la musica moderna e parzialmente dedicata ai giovani d’oggi. E’ stata piena di vita e di entusiasmo nel quale si è potuto godere dei momenti vissuti e sostanzialmente creativi. Abbiamo potuto anche allargare le amicizie! – Trevenzoli Caterina. Ciò che è accaduto è straordinario perché c’erano sia persone che frequentano gli ambienti psichiatrici sia persone che non li hanno mai conosciuti ed è questo che voglio evidenziare: è stato possibile trascorrere un pomeriggio piacevole e gli operatori sono intervenuti pochissimo. La spontaneità è stata permessa a tutti e la riuscita della festa dimostra che erano tutti pronti a muoversi “liberamente”: all’inizio due gruppi di giovani hanno suonato le loro musiche mentre alcune persone giocavano a pallavolo, altre parlavano, altre bevevano, altre ancora con la palla facevano alcuni passaggi di calcio. Qualcuno mi si è avvicinato e mi ha chiesto “quando arrivano quelli dell’O.P.G.?” Ho sorriso perché erano già tra di noi. Queste esperienze devono essere raccontate affinchè se ne possano fare altre, non solo nei luoghi della psichiatria… ed è quello che chiedono anche gli ospiti della comunità. – Coordinatrice della comunità Azzurro Sole – Codess sociale S.c.a.r.l.Onlus dal 2008.

Festa ben riuscita. I nostri utenti si sono emozionati e divertiti. Grazie a tutti i partecipanti e al personale che ha mostrato professionalità per l’occasione… e che mi ha fatta sentire bene per l’affinità con cui abbiamo lavorato. – Dorini Maria, referente degli operatori socio sanitari della comunità Azzurro Sole dal 2001.

Una bella giornata dove l’integrazione ha vinto sul pregiudizio e gli stereotipi, una giornata dove la psichiatria ha fatto “meno paura”. Arrivederci a presto. – Veronesi Mirco, operatore socio sanitario della comunità Azzurro Sole dal 2001, lavora con gli stessi ospiti dal 1995.

La cosa che mi ha colpita di più riguarda un ospite in particolare, si è commosso ed ha pianto tanto. Dopo essersi sfogato ha cominciato a ridere. – Aparecida Da Silva Emilia, operatrice della comunità Azzurro Sole dal 2001.

Penso che la festa sia riuscita benissimo in quanto ho notato la felicità degli utenti. Tutti ci siamo prodigati affinchè riuscisse al meglio pertanto abbiamo organizzato l’accoglienza con: striscione di benvenuto, musica, buffet e altro. Credo sia stato un giorno speciale, da ripetere!!!!!!!! – Serra Silvana, operatrice socio sanitario della comunità Azzurro Sole dal 2008.

Festa riuscita, tempo bello, tutti si sono divertiti soprattutto i nostri ospiti che è la cosa più importante. Un sabato diverso dagli altri, per conoscere e farsi conoscere e favorire l’integrazione della struttura nella società e… la società nella struttura! – Rosà Alessio, operatore socio sanitario della comunità Azzurro Sole dal 2010.

Una settimana prima della festa ero molto preoccupata per la preparazione del buffet. Il giorno della festa mi sono tranquillizzata e gratificata nel vedere un pomeriggio così speciale per gli ospiti della comunità! C’era un’aria familiare per tutti. – Lazzarini Olivana, cuoca della comunità Azzurro Sole dal 2008.

Festa molto bella, sono soddisfatta moralmente dello stato d’animo degli utenti, cosa che più mi rende felice e mi dà la marcia in più per continuare a impegnarmi in questo lavoro. Vederli concentrati, attenti e sorridenti è stata la soddisfazione più grande. – Campana Giusy, operatrice della comunità Azzurro Sole dal 2010.

Dovrei parlare della festa del 21 maggio in poche righe? Impossibile, ci vorrebbe molto più che qualche riga per descrivere l’agitazione dei preparativi, le mille idee vagliate e la stanchezza sana e gratificante del dopo festa e che dire dell’energia positiva che si è sprigionata durante la festa con la musica e “l’andirivieni” di ospiti curiosi ed increduli che guardavano, sorridevano e si divertivano. Un grazie ai ragazzi e accompagnatori dell’O.p.g., hanno aperto una finestra attraverso cui “permettere alla fenice di spiccare il volo”. Grazie a tutti… e anche a me. – Baldi Marina, operatrice della comunità Azzurro Sole dal 2010.

La sensazione di un universo umano più spazioso, un mondo migliore. Lo spettacolo, la responsabilità, la coscienza sociale intrecciate in modo naturale… ho respirato questa sensazione nella festa di Azzurro Sole che era la festa di tutti. Il messaggio percepito è stato di “un mondo migliore” a cui aspirare. – Rexha Meliha, operatrice della comunità Azzurro Sole dal 2010.

L’aspetto della festa che mi ha maggiormente colpita è la naturalezza con cui si è affrontato il tema importantissimo e troppo spesso “nascosto” degli ospedali psichiatrici giudiziari. Perchè tutti sappiamo della loro anomala esistenza, ma non mi ero mai soffermata a pensare alle persone che vi sono rinchiuse, a quale può essere il loro quotidiano, i loro sentimenti e le loro storie. Essere messi di fronte a questa realtà accresce lo stupore dell’esistenza istituzionale degli Opg, ma sono felice di aver partecipato in qualche modo ad un piccolo passo verso una vita migliore per queste persone, perchè nel nostro pomeriggio insieme non ci sono state barriere di nessun tipo, solo persone che insieme cercano di essere serene nonostante le loro difficoltà individuali. – Tarlazzi Filomena, operatrice della comunità Azzurro Sole dal 2011.

Comunità Alloggio Psichiatrica Azzurro Sole –  Codess Sociale Soc. Coop. Soc. Onlus – Bagno di Piano (Bo) –  http://www.codess.com
Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...